Skip to main content

Continua la nostra collaborazione con l’amico Luca, che ha il suo Blog https://arcanuumxii.wordpress.com e un profilo Instagram @tregrani_tarot molto attivo… Questo mese ci racconta gli amici del Cancro. 
Quale miglior simbolo per descrivere individui come questi se non quello di un granchio.
Apparentemente innocuo, con piccole bastardissime chele con le quali si aggrappano a cose più grandi di loro (il passato), con carapace duro come pietra ed un interno così dolce e morbido.
Il Cancro è il primo segno d’acqua della ruota zodiacale. Figlio della Luna e, come tale, assoggettato dai chiaroscuri del suo patrono.
Tradotto? Una sinfonia discordante di pensieri, opere e missioni che li porteranno ora a ridere di una vostra battuta, ora a maledire vostra madre perché vi ha generato.
Già: la madre.
Perché nulla conta di più nella vita di un Cancro se non la madre.
Se presente: ossessivamente presente.
Se assente: maledettamente rimpianta.
C’era un vecchio saggio che diceva “se vuoi conoscere un Cancro, mangia a casa di sua madre”. Perché l’infanzia, la madre, i dolci, le coccole, il cappuccino alla mattina e le babbucce morbide che la madre gli prepara sono sempre e comunque migliori di quelle che gli preparate voi.
Parliamo anche di un’altra cosa importante, che rappresenta il 50% del Cancro: le cose che non sapete di lui e che NON SAPRETE MAI.
In che senso?Avete presente la Luna? Il satellite che ci mostra solo un lato della sua faccia, intendo.
Il Cancro è fatto allo stesso modo. Lui ha emozioni, memorie, aspirazioni, desideri, passioni che voi non conoscere mai fino in fondo. Verrete introdotti solo in parte in quel mondo ed abbandonati poco dopo che siete entrati a contatto con esso. Quel che è peggio è che verrete ripresi per ogni cosa che non capirete, che non sarete in grado di eviscerare fino in fondo.
Perché? Perché sì.
Perché voi non capite quanto profondi siano i sentimenti Cancerini, perché voi non li capite fino in fonro, non avete un sufficiente spettro emotivo per stare loro accanto. Semplicemente: non siete Cancro.

Esiste poi anche un mondo diverso nei Cancro: fatto di dolcezza, stelle zuccherine, sentimenti morbidi e materne attenzioni.
Solo se avete pazienza riuscirete a capirne il senso e la potenzialità. Con la stessa pazienza con la quale potremmo portare alla riscossa delle specialissime penne lisce!

Leave a Reply