Gli strangozzi umbri con pomodoro e asparagi selvatici sono per noi un omaggio alla primavera imminente. Questo piatto per i suoi colori e le materie prime che lo costituiscono è un inno al risveglio dei sensi. Celebra il sopraggiungere della stagione più bella dell’anno: il risorgere della natura e una promessa di belle giornate. Gli strangozzi sono un piatto tipico Umbro ma li troviamo anche nel marchigiano, nel laziale e in Abruzzo. A differenza della tradizionale pasta fresca all’uovo, sono fatti unicamente con farina di grano tenero e acqua e la loro preparazione richiede una discreta manualità. Nella ricetta che trovate di seguito vi sveliamo il segreto fondamentale per la loro perfetta riuscita. Gli strangozzi sono altresì noti come strozzapreti. L’origine del nome è incerta ma pare che sia da attribuirsi alla lunghezza del formato, non sempre così facile da gestire e sottende inoltre la proverbiale golosità dei preti. Nella cucina laziale sono così famosi, quale piatto tipico di uso borghese, che vengono persino citati dal poeta Gioacchino Belli, autore di Sonetti Romaneschi. In verità, gli strangozzi sono presenti tutto l’ anno, soprattutto nella cucina umbra, tant’è che se vi avventurate dalle parti di Foligno d’inverno, non mancherete di trovarli nei menù dei ristoranti conditi con il Re tartufo. Noi invece, abbiamo deciso di proporvi gli strangozzi umbri con un bel sugo fresco di pomodorino e asparagi selvatici. Certo, l’asparago selvatico non e’ facilissimo da reperire ma vi assicuriamo che è determinate nel rendere questo piatto ancora più straordinario,saporito, godereccio, quasi quanto gli strangozzi al burro e tartufo! Anche questa volta vi abbiamo proposto una ricetta con pochi ma preziosi ingredienti, in cui ogni elemento gioca un ruolo fondamentale per il bilanciamento del piatto. Inoltre, dedicarsi alla produzione di pasta fresca durante il fine settimana, e’ considerato uno dei migliori antistress! Cosa aspettate?! Per questa ricetta originariamente umbra direi di abbinare un bel Rosso di Montefalco 2015, 80% Sangiovese, 20% Sagrantino. Ci sono tante cantine nella zona di Montefalco che producono questo vino rosso, per cui senza fare troppi nomi, cercatelo nelle vostre enoteche di fiducia, così vi sapranno consigliare bene!

Preparazione

DifficultyIntermediate

strangozzi umbri con pomodoro e asparagi selvatici
Yields2 Servings
Prep Time20 minsCook Time10 minsTotal Time30 mins
INGREDIENTI
 300 g Farina tipo 0
 1 Bicchiere acqua calda
 200 g Asparagi selvatici
 500 g Pomodorini tipo ciliegino
 1 Spicchio d'aglio
 1 Rametto di prezzemolo tritato
 Sale
 Olio
PROCEDIMENTO
1

Per prima cosa preparare gli strangozzi: setacciate la farina su una tavola e man mano aggiungete l'acqua calda, questo è il segreto.
Impastate con le mani fino a quando la pasta è omogenea.

2

Create una palla e fatela riposare avvolta in una pellicola per circa mezz'ora.

3

Nel frattempo preparate il sugo: tagliate e lavate gli asparagi.

4

Mettete su una padella capiente i pomodori ciliegino tagliati con aglio, prezzemolo tritato, sale e olio.

5

Fate cuocere a fuoco vivo per qualche minuto per farli insaporire e poi aggiungete gli asparagi.

6

Nel frattempo stendete la pasta, abbastanza spessa, come le tagliatelle. Arrotolatela e tagliate fino a raggiungere lo spessore desiderato. Poi srotolare lo strongozzo, volendo potete arrotolare con le mani uno per uno per arrotondare la forma (come nella foto).

7

Stendeteli distanti uno dall'altro per evitare che si appiccichi la pasta!

8

Portate l'acqua per la pasta ad ebollizione. Buttate gli strangozzi, e scolateli dopo un minuto che avranno alzato il bollore.

9

A quel punto ripassateli nel sugo e impiattate. A piacere aggiungere un filo d'olio evo.

Vino in abbinamento
10

Per questa ricetta originariamente umbra direi di abbinare un bel Rosso di Montefalco 2015, 80% Sangiovese, 20% Sagrantino. Ci sono tante cantine nella zona di Montefalco che producono questo vino rosso, per cui senza fare troppi nomi, cercatelo nelle vostre enoteche di fiducia, così vi sapranno consigliare bene!

Ingredients

INGREDIENTI
 300 g Farina tipo 0
 1 Bicchiere acqua calda
 200 g Asparagi selvatici
 500 g Pomodorini tipo ciliegino
 1 Spicchio d'aglio
 1 Rametto di prezzemolo tritato
 Sale
 Olio

Directions

PROCEDIMENTO
1

Per prima cosa preparare gli strangozzi: setacciate la farina su una tavola e man mano aggiungete l'acqua calda, questo è il segreto.
Impastate con le mani fino a quando la pasta è omogenea.

2

Create una palla e fatela riposare avvolta in una pellicola per circa mezz'ora.

3

Nel frattempo preparate il sugo: tagliate e lavate gli asparagi.

4

Mettete su una padella capiente i pomodori ciliegino tagliati con aglio, prezzemolo tritato, sale e olio.

5

Fate cuocere a fuoco vivo per qualche minuto per farli insaporire e poi aggiungete gli asparagi.

6

Nel frattempo stendete la pasta, abbastanza spessa, come le tagliatelle. Arrotolatela e tagliate fino a raggiungere lo spessore desiderato. Poi srotolare lo strongozzo, volendo potete arrotolare con le mani uno per uno per arrotondare la forma (come nella foto).

7

Stendeteli distanti uno dall'altro per evitare che si appiccichi la pasta!

8

Portate l'acqua per la pasta ad ebollizione. Buttate gli strangozzi, e scolateli dopo un minuto che avranno alzato il bollore.

9

A quel punto ripassateli nel sugo e impiattate. A piacere aggiungere un filo d'olio evo.

Vino in abbinamento
10

Per questa ricetta originariamente umbra direi di abbinare un bel Rosso di Montefalco 2015, 80% Sangiovese, 20% Sagrantino. Ci sono tante cantine nella zona di Montefalco che producono questo vino rosso, per cui senza fare troppi nomi, cercatelo nelle vostre enoteche di fiducia, così vi sapranno consigliare bene!

Strangozzi umbri con pomodoro e asparagi selvatici

Lascia un commento & facci sapere cosa ne pensi di questa ricetta!